Blanc de Morgex et de la Salle: la guida

Grande novità!
Nasce la prima guida a firma Per un Bicchiere.it
Abbiamo stilato una guida secondo la filosofia che ci caratterizza, ossia “scrivere note brevi per lasciare più tempo all’assaggio” sul Blanc de Morgex et de la Salle, il grande vino bianco che ci appassiona prodotto da vitigno Prié Blanc ai piedi del Monte Bianco.
Questa è la copertina: per ricevere l’intera guida, inviate una mail con il vostro nome a info@perunbicchiere.it e ve la invieremo con piacere.
Qui di seguito i link in cui raccontiamo l’esperienza di due assaggi di questo vino unico ed inimitabile:
Conoscete Morgex? Sul sito del comune troverete molte informazioni su questo gioiellino e su cosa fare tra una degustazione e l’altra: Comune di Morgex – Home
Fateci sapere cosa ne pensate: le vostre opinioni sono per noi importanti.

Vieille Provision – De Ranke

De Ranke Vieille Provision è una Farmhouse Ale prodotta utilizzando la birra base di Kriek De Ranke e Cuvée De Ranke che matura un anno all’interno di botti di rovere.

Alla vista di colore aranciato, con poca schiuma a trama grossolana.

Al naso subito i frutti, dalle albicocche ai frutti di bosco per arrivare agli agrumi. Poi il legno e le spezie come la noce moscata. Non mancano fini note erbacee e balsamiche.

In bocca è leggera con la sua gasatura molto sottile e un corpo quasi gracile. Qui, dopo la caratteristica acidità, escono le note del malto che accompagnano quanto già al naso abbiamo percepito.

Nel lungo finale resta quanto il legno ha saputo trasmettere. Brewery de Ranke

Vuoi conoscere un’altra birra di questo produttore? Eccola: XX Bitter di De Ranke | per un bicchiere

De Ranke

 

BORD DE MARNE – Tristan Hyest

Oggi Champagne.

Tristan Hyest delinea molto bene la figura del vignaiolo artigiano, il piccolo produttore di Champagne con solide e profonde radici nel suo territorio e che proviene da una tradizione familiare di viticoltori. La storia ha inizio con il padre, faro per Tristan, dal quale rilevò il Domaine una ventina di anni fa dopo aver terminato gli studi enologici. Il rispetto per la natura come valore principe lo porta ad una coltivazione delle vite con metodi poco invasivi e più naturali possibili.

I 2,5 ettari iniziali sono oggi cresciuti e sono coltivati con i tre vitigni tipici della regione: Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Meunier.

Il nostro assaggio, BORD DE MARNE, in tiratura di solo 3000 bottiglie ed in versione Extra Brut, li comprende tutti così porzionati: 40% Pinot Meunier ed il restante 60% diviso in parti uguali tra Pinot Nero e Chardonnay.

Al 60% del vino d’annata viene aggiunta una percentuale del 40% di vino di riserva di almeno 10 anni. Riposa per 5 anni nelle cantine dell’azienda.

Un paglierino che tende all’oro, ricco di bollicine molto fini.

Al naso escono prepotenti le note di mela gialla seguite da pesca bianca, pasticceria e pan brioche, corteccia, ghiande e un filo di cenere.

In bocca è pieno, generoso e molto equilibrato: il dosaggio basso non stringe il sorso che si lascia avvolgere dalle note fruttate, anche calde. Un vino piacevole caratterizzato molto dai vini di riserva.

Un’espressione per noi nuova dello Champagne ma che fa capire quanto l’artigiano può entrare nelle proprie bottiglie. Felici di aver questo acquisto.

Qui trovate un altro assaggio di champagne, questa volta in rosa: Bollinger Rosé: un’esperienza da provare| per un bicchiere

Lo abbiamo comprato in questo bel locale di Legnano: (5) La Bulle Legnano | Facebook

Mikkeller SpontanAcai – Mikkeller

Mikkeller SpontanAçai

Birra a fermentazione spontanea evoluta in botti di quercia con aggiunta di bacche di Açai, una pianta tropicale che cresce in grappoli e che ricorda il mirtillo.

Un colore molto bello, ruggine e vinoso, con una schiuma di un rosa molto molto leggero.

Al naso escono profumi che portano subito ai frutti di bosco, alla ciliegia, poi pepe e zenzero, chiudono mosto di vino rosso ed un leggero brett.

Il sorso spacca: nella vena acida, che si ammorbidisce al salire della temperatura, ci sono le more ed i lamponi con una spruzzata di limone.

Persistenza lunga che lascia una sensazione tannica.

Ph sconosciuto e salivazione infinita. 7,7% vol.

Mikkeller

Vuoi conoscere le birre che abbiamo già assaggiato? Clicca qui Malto e luppolo | per un bicchiere

IO EOS – la Garganega di Tonello

“io sono EOS, sono il sole dell’alba, più delicato e tenero, che scalda la vigna, il grappolo, la terra, sono energia, fotosintesi, vita, sono la Garganega, vitigno autoctono dalla bacca d’oro, vino bianco fermo di antica tradizione”

Si presenta così questo vino di Diletta Tonello, giovane vignaiola vicentina.

Di color giallo dorato leggero che profuma di cardamomo e di pepe bianco, leggermente pungente. Poi melone bianco. Dopo arrivano i frutti caldi, arancioni e tropicali. Al salire della temperatura esce anche una piacevole nota di vaniglia.

Un sorso di grande piacevolezza e struttura: il frutto si fa più bianco e diventa pesca mentre la spezia si fa più scura e diventa coriandolo. Un vino buono che ci è piaciuto tanto. Vendemmia 2018. 13% vol.

Brava Diletta, vignaiola moderna alla quale auguriamo il meglio 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻 Cantina Tonello – Produzione e vendita vini (vinitonello.com)

Abbiamo conosciuto Diletta attraverso la sua Durella che qui vi raccontiamo: Io Cloe, la Durella di Tonello | per un bicchiere

Spacca Cranio – BOIA Brewing

SPACCA CRANIO – DIPA 8%
Così ce l’ha raccontata chi l’ha fatta: Juicy Double IPA prodotta con lievito Green Mountains. Galaxy, Idaho 7 ed El Dorado a secchiate creano aromi e profumi intensi che variano dalla frutta a pasta bianca a quella tropicale e agrumata. Il corpo sostiene bene l’amaro delicato e la gradazione alcolica. Pericolosa da “spaccarti” il cranio!

E noi cosa diciamo?

Diciamo che i profumi sono davvero intensi e colorati: gialli come gli agrumi, lime e limoni, verdi come i luppoli e le erbe aromatiche degli orti, salvia e rametti di rosmarino, arancioni come la pasta dei frutti tropicali, papaya.

Il sorso è veloce, amaro (non eccessivo ed estremo, non preoccupatevi) e molto fresco. In pratica va giù molto bene, si può tranquillamente bere tutta in un sorso 🍻🍻 BIRRIFICIO BALABIÓTT Boia Brewing Company

Vi piace BOIA Brewing? Ne abbiamo assaggiata  un’altra: Supplizio della ruota – la TRIPEL di BOIA | per un bicchiere

Boia Brewing Co – Birre Artigianali Ossolane – Homepage

Riserva Zamuner Daniele Rosè Brut

Riserva Zamuner Daniele Rosè Brut millesimo 2011: 80% Pinot Nero, 20% Pinot Meunier.

Il colore ricorda molto la buccia della cipolla. Il perlage è finissimo ed esuberante.

Al naso i piccoli frutti rossi dei rovi, la ciliegia, la nota di pane con la crosta bruciacchiata e croccante. Una leggera nota fiorita e bianca.

In bocca una cremosità piena e raffinata: i frutti selvatici anticipano una sensazione minerale che resta a lungo.

Una bottiglia importante che ci è piaciuta tanto. Vendemmia 2011 e sboccatura nel giugno 2020. 2445 bottiglie prodotte. 12,5% vol. 🍾🍾🍾

Ti incuriosisce questo produttore? A questo link troverai molte interessanti informazioni: Zamuner, il più francese tra gli italiani | per un bicchiere