Arneis – Cristina Ascheri

Oggi andiamo in Piemonte, a Bra, famosissima località in provincia di Cuneo nella quale non troviamo solo i vini della cantina che andremo a conoscere tra poco ma anche la sede dell’associazione “Arcigola”, nata nel 1986, che tutti oggi conosciamo con il nome di Slow food.

La cantina di oggi, della quale si hanno notizie sin dal XIX secolo, arriva ai nostri giorni ponendosi sempre come obiettivo il benessere della vite e la difesa del territorio: la cantina deve essere un luogo dove tutelare, custodire e tramandare quello che la vite produce senza stravolgimenti. La decisione di lasciare al minimo indispensabile l’uso di tecnologie, legno e additivi è la garanzia di trovare nel bicchiere un prodotto che rispecchia in modo chiaro le caratteristiche del vitigno e del territorio.Stiamo parlando dell’azienda Ascheri, cantina pioniera che nella metà dell’800 per prima utilizzò il filo di ferro nei sistemi di palizzatura dei vigneti, produce nei suoi vigneti situati a La morra, Verduno, Serralunga d’Alba e Bra una vasta gamma di etichette tra le quali troviamo Barolo, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba. Vengono prodotti anche Gavi, Moscato d’Asti e il vino che abbiamo assaggiato noi: Arneis Langhe DOC 2013.


Quando lo versiamo nel bicchiere si presenta di un limpido giallo paglierino tenue con brillanti riflessi verdini. Al naso percepiamo un vino fine e complesso: alle note di pesca e melone bianco non particolarmente intense troviamo note di cardamomo e una leggera mineralità. Lo assaggiamo e veniamo subito accolti da una buona freschezza e acidità: prodotto con almeno l’85% di uva Arneis ed il restante 15% da altri vitigni a bacca bianca non aromatici della regione Piemonte (come indicato nel disciplinare), quasi non diremmo che questo vino ha una gradazione alcolica di 13% vol. Ritroviamo le note minerali e le sensazioni fruttate che abbiamo sentito poco prima con l’olfatto (un pochino più scariche però). Ci saremmo aspettati un prodotto più complesso ma resta comunque una bottiglia che vi consigliamo di assaggiare.

Condividiamo le indicazioni in etichetta per quanto riguarda gli abbinamenti: ad una temperatura di circa 10°C noi lo abbiamo accompagnato ad un filetto di pesce spada alla piastra.

Tutti i riferimenti dell’azienda li trovate qui: www.ascherivini.it

(Visited 41 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *