Rum giapponese ne abbiamo? Si.

Quasi tutti abbiamo la convinzione che i rum vengono prodotti nei paesi caraibici e sudamericani, nelle antiche colonie francesi, inglesi e spagnole, dove tra il lento non far nulla e l’altrettanto lento fumo di un sigaro si spreme una canna da zucchero e si lascia maturare il distillato in caldi magazzini abbandonati.

Beh, non è proprio così, il rum lo producono anche in GIAPPONE.

Sulla piccola isola di Iejima, nell’arcipelago Ryukyu, a 30 minuti di barca dall’isola di Okinawa, nel 2008 hanno pensato bene di utilizzare la canna da zucchero, presente sull’isola da 400 anni e che veniva precedentemente utilizzata per scopi energetici, per produrre rum: nel 2011 nacque la IE ISLAND DISTILLERY.

Due le etichette di RUM SANTA MARIA presenti in degustazione, CRYSTAL e GOLD.

Prodotti dalla distillazione del puro succo della canna da zucchero della prima spremitura si fregiano della dicitura AGRICOLE (come i francesi).

Al primo sguardo, se non fossimo al Rum Festival di Milano, potrebbe sembrare un altro distillato: la bottiglia normale, forse vintage, un’etichetta scritta semplice e non esagerata, senza fronzoli, tappo a vite. Però affiancate stanno bene, sono belle.

CRYSTAL, il primo, è bianco: profuma di fresco, di fiori bianchi e prati verdi, con una nota di frutti tropicali non ancora maturi. In bocca porta con se una piena rotondità: note verdi iniziali lasciano spazio a lunghe note di liquirizia in bastoncino. Lungo e vivace.

GOLD, il secondo, ha una tonalità che ricorda il grano estivo con velature dorate: un breve passaggio in botti di rovere (probabilmente di pochi mesi) riesce comunque a dare una leggera nota vanigliata e di ghianda. In bocca matura e diventa più serio con note di corteccia e di dolce confetto. Lunga la persistenza e la piacevolezza.

Entrambi sono imbottigliati ad una gradazione di 37,5%vol: una gradazione più alta potrebbe forse regalare qualcosa di inaspettato. Mai dire mai: in distilleria sembrano esserci bottiglie cask strenght.

 

Curiosità: il giglio bianco sulla bottiglia simboleggia il fiore della Vergine Maria, da qui il nome SANTA MARIA.

Due prodotti sicuramente interessanti che sapranno conquistare la curiosità dei consumatori e sapranno farsi apprezzare.

Distribuito in Italia da Compagnia dei Caraibi: http://www.compagniadeicaraibi.com/

Continuate a seguirci: tante nuove bottiglie ci aspettano!

(Visited 155 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *