Il Prié Blanc di Carlo Celegato

 

E’ arrivato il momento di Carlo Celegato e della sua interpretazione del Prié Blanc.

L’azienda è nata nel 1986; i 1800 mq di vigneti, tutti di proprietà e piantati tra il 1965 e il 1991, vengono lavorati dal sig. Carlo e dalla moglie mentre il resto dei membri della famiglia dà il proprio contributo nella fase dell’imbottigliamento.

Una produzione di 1200 bottiglie di un’unica tipologia distribuite quasi totalmente sul territorio regionale valdostano.

L’azienda segue le regole agroambientali evitando i diserbi e riducendo al minimo i trattamenti.

La vinificazione effettuata in modo artigianale riempi il calice di un color paglierino molto pallido.

I profumi leggeri portano alla mente il fieno, i prati, i fiori di camomilla. Poi note quasi terrose, di sottobosco. Selvatico e vegetale.

La buona spinta acida apre il sipario del palato: ritornano le nuance di fieno e di sottobosco che virano al salir della temperatura in mela golden e ananas ancora acerbi.

Questa è stata la terza bottiglia della serata di assaggio del Blanc de Morgex et de La Salle.

La prima: Piero Brunet ed il suo Blanc de Morgex | per un bicchiere

La seconda: Il Prié Blanc della Cave Mont Blanc | per un bicchiere

Qui trovate maggiori informazioni: Viticulteurs Encaveurs Vallée d’Aoste – Scheda associato Celegato Carlo (vievini.it)

Le bottiglie assaggiate durante la serata sono state 6, continuate a seguirci ..

(Visited 21 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *