Il Prié Blanc di Ermes Pavese

 

Ermes Pavese produce vino dal 1999 ma si è trasformata in un’attività a tempo pieno nel 2010.

In questi anni si sono inseriti in azienda i figli Nathan, che affianca Ermes con la sua piccola azienda di patate e farine di montagna, e Ninive, che segue la parte economica dell’azienda in contemporanea agli studi universitari.

La produzione è di circa 35.000 bottiglie annue.

7 gli ettari vitati divisi in 150 parcelle, circa 2 di proprietà ed il restante in affitto.

L’azienda produce 10 etichette compresa una grappa: questa è la prima.

Un paglierino pallido con lampi verdolini sono un premio per la vista.

Il naso nel calice scopre una velata nota minerale che anticipa i piccoli fiori bianchi dei prati di montagna. Seguono sbuffi leggeri di erba bagnata dalla rugiada ed una fine complessità del sottobosco.

La bocca accoglie il sorso piacevolmente ruvido e secco. Al primo impatto una nota aspra esplosa dalla scorza di limone che viene seguita in modo ben amalgamato da sentori lievi di corteccia e di radice di liquirizia. La vena minerale c’è, estensa e lunga, in un impeccabile equilibrio.

Vendemmia 2019. 12% vol.

Molto buono.

Con questo arriviamo a 4 espressioni del Prié Blanc, qui puoi scoprire gli altri 3 (e ne mancano ancora 2..):

Piero Brunet ed il suo Blanc de Morgex | per un bicchiere

Il Prié Blanc della Cave Mont Blanc | per un bicchiere

Il Prié Blanc di Carlo Celegato | per un bicchiere

Maggiori informazioni sulla cantina le potete trovare qui: Ermes Pavese – Vini Blanc de Morgex et de la Salle Valle d’Aosta – il sito ufficiale

 

(Visited 28 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *