Il Prié Blanc di Vevey Albert

 

L’azienda vitivinicola Maison Vevey Albert, situata nell’Alta Valle d’Aosta, alle pendici del Monte Bianco, è condotta dai fratelli Vevey che coltivano il loro Prié Blanc per il “Blanc de Morgex et de La Salle” ad un’altitudine di 1000-1100 metri s.l.m.

Fondata nel 1968 da Albert Vevey, pioniere della vitivinicoltura in Valdigne, coltiva vigneti di famiglia in Morgex e altri di proprietà del suocero in La Salle (1 ha di proprietà e 0,5 ha in affitto).

Albert, primo Presidente dalla costituenda “Association des Viticulteurs de Morgex” nei primi anni ’70, nel 1986 lascia l’Association per presentarsi al pubblico con la propria etichetta, nella quale appare un rimaneggiamento di un vecchio quadro di famiglia da parte del pittore Loggia.

Nel 1990 ne raccolgono l’eredità i figli Mario (Veterinario) e Mirko (Guardia Forestale) dedicando l’azienda di famiglia alla memoria del padre, coadiuvati dalla madre Adriana e dalle rispettive famiglie.

Una produzione annua di 10.000 bottiglie divise su 3 etichette: il classico, il Blanc Flapi ottenuto da uve stramature ed un metodo classico (1000 bottiglie uscite nel 2018 ed un nuova uscita prevista con la vendemmia 2020).

Durante la nostra serata dedicata a questo vitigno abbiamo assaggiato il classico.

Un bel paglierino pallido alla vista.

Dal calice salgono note fiorite di glicine e fruttate di pera. A seguire note che riportano alla memoria idrocarburi e pietra focaia.

Il sorso si presenta sapido e amaro, con espressioni agrumate, di chinotto, poi una percepibile nota di paglia. Nell’esteso finale appare una piacevole nota di amaretto.

Vendemmia 2019. 12% vol.

Questo è stato il quinto assaggio, qui trovi i precedenti:

Piero Brunet ed il suo Blanc de Morgex | per un bicchiere

Il Prié Blanc della Cave Mont Blanc | per un bicchiere

Il Prié Blanc di Carlo Celegato | per un bicchiere

Il Prié Blanc di Ermes Pavese | per un bicchiere

Volete sapere qualcosa di più? Cliccate qui: Viticulteurs Encaveurs Vallée d’Aoste – Scheda associato Maison Vevey Albert (vievini.it)

Ci manca ancora un’etichetta per concludere la serata: la racconteremo nei prossimi giorni.

(Visited 59 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *