Guida alle Birre d’Italia 2023 Slow Food

La nuova Guida alle Birre d’Italia, disponibile in libreria e sullo store online di Slow Food Editore, è stata presentata ufficialmente alla Città dell’Altra Economia di Roma – Ex Mattatoio di Testaccio, come apertura di una grande degustazione che si è tenuta il 3 e 4 giugno che ha  permesso ad appassionati e curiosi di scoprire la storia e i prodotti dei migliori birrifici artigianali d’Italia.

Le novità della Guida

490 aziende raccontate e 2430 birre e sidri recensiti in una sezione tutta dedicata, tra le novità di questa edizione, e nuovi descrittori per facilitare la degustazione: «Coinvolgere un pubblico sempre più ampio che vada al di là degli appassionati è certamente una delle principali sfide per il settore della birra artigianale italiana. È con questo obiettivo in mente che ci siamo approcciati alla nuova edizione di Birre d’Italia: lavorare a una guida che fosse ancora più utile per il grande pubblico. Uno strumento che in modo semplice, comprensibile, immediato, potesse da un lato descrivere un mondo che invece è spesso visto dal consumatore come lontano, snob e artatamente complesso, dall’altro invogliare a incontrare la birra suggerendo sempre più locali dove acquistarla» hanno sottolineato i due curatori Luca Giaccone ed Eugenio Signoroni (nella foto qui sotto).

 

I numeri della nuova edizione

Oltre a voler offrire un’esaustiva quanto capillare istantanea del mondo brassicolo italiano di eccellenza, la Guida alle Birre d’Italia 2023 punta a raggiungere un pubblico sempre più ampio che coinvolga non solo gli esperti di settore, ma anche appassionati e curiosi. Il volume racchiude il meglio della tradizione brassicola italiana con 456 birrifici, dei quali 38 segnalati con il riconoscimento della Chiocciola e 80 con l’Eccellenza, e 2346 birre, raccontati da una squadra di assaggiatori su tutto il territorio nazionale. Le etichette premiate sono 651 e da quest’anno sono organizzate in un sistema di liste, utili nella scelta della bottiglia giusta per ogni occasione. Completa il volume una lista di 700 locali tra beer shop, pub, osterie dove bere e acquistare birre artigianali. Per la prima volta, inoltre, la Guida dedica una sezione ai produttori di sidro e ai sidri, a conferma che sia il mercato sia la cultura e l’attenzione dedicata ai fermentati di mela in Italia è in grande crescita.

Durante la presentazione, aperta dall’intervento di Federico Varazi, vicepresidente di Slow Food Italia, sono stati consegnati tutti i premi assegnati dall’edizione 2023 della guida – 38 Chiocciole, 80 Eccellenze, 10 premi ai produttori di sidro, 56 ai locali – e sono stati assegnati i premi speciali ai birrifici e ai locali dove comprare e bere birra: questi ultimi li trovate a questo link L’Italia della birra secondo Slow Food – Slow Food Editore

Testo tratto dal blog di Slow food editore – https://blog.slowfoodeditore.it

 

(Visited 15 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *