de TARCZAL – Vallagarina nel cuore

Seconda cantina della nostra vacanza: DE TARCZAL.

Le terre che ora noi lavoriamo appartenevano un tempo ai Conti Alberti, vecchia ed illustre famiglia trentina, nota fra l’altro per aver dato i natali ad un Principe Vescovo della città di Trento.
Da più di un secolo, tali terre sono passate alla nostra famiglia, da quando cioè la Contessa Alberti le portò in dote a Gèza Dell’Adami de Tarczal, ammiraglio della Imperial Regia Flotta Austro-Ungarica e nostro diretto antenato. L’azienda iniziò il suo sviluppo negli anni d’oro dell’Impero Austro-Ungarico, quando sulle tavole di Corte il Marzemino era di rigore.”

Queste sono le parole di Ruggero de Tarczal, oggi alla guida della cantina: un pozzo di sapere e conoscenza nel quale cadere e piacevolmente annegare.

La visita alla cantina ci ha permesso di vedere botti da 5000 lt di 50 anni (che oggi vengono pulite con ozono e che per poterle far entrare è stato necessario tagliare i mattoni all’ingresso della cantina stessa), pareti annerite da quell’1% di vino che evapora ogni anno e moderne anfore per continuare la ricerca e l’innovazione, motore e traino di questa storica realtà trentina.

Molte le etichette prodotte: noi ci siamo affidati al sig. Ruggero e questo è stato l’itinerario del nostro viaggio.

ROSA: Vallagarina IGT da uve Schiava Gentile e Marzemino con vinificazione in acciaio per 8 mesi. Un vino per l’estate, e non solo, di un bel rosa carico e freschi profumi di piccoli frutti rossi e fragoline. Un vino da bere in occasioni leggere e sicuramente da condividere.

FELIX: Vigneti delle Dolomiti IGT da vitigno Chardonnay franco di piede, senza innesto, che per il 25% affina in botte piccola per pochi mesi. Giallo carico, quasi oro, profuma di mela gialla matura con leggere note vanigliate e cerose. Un sorso pieno e palpabile: con la frutta matura arrivano note di burro e nocciola. Una bottiglia importante e ben riuscita. Consigliata.

MOSCATO GIALLO: Trentino DOC da vitigno Moscato giallo. Solo acciaio per 6-8 mesi e nel bicchiere è di color paglierino carico. Molto profumato ed aromatico con note di pesca, pera, mela, salvia, poi pompelmo e, in ultimo, accenni di noce moscata. Al palato tutto torna con intensità e persistenza importanti.

MARZEMINO D’ISERA: Trentino Superiore DOC da uve Marzemino. Dopo una breve macerazione sulle bucce, affina in botte grande di rovere dai 6 ai 12 mesi. Ricordato nel “Don Giovanni” di Mozart, nel calice è rosso rubino violaceo e profuma di more, lamponi, ribes e boccioli di rosa. Il palato trova un equilibrio tra il frutto e il tannino. Un assaggio molto piacevole e di media struttura che lo rende di beva quasi semplice e di genuina compagnia.

HUSAR: Omaggio all’ufficiale ussaro della cavalleria austro-ungarica Géza Dell’Adami de Tarczal, questo Vigneti delle Dolomiti IGT da uve Marzemino raccolte in sovramaturazione vinifica, in parti uguali, tra tini in rovere e acciaio e affina per 18 mesi in botte grande di rovere. Rosso violaceo intenso con importanti note di viola e di frutti del bosco, anche in marmellata, poi leggere note pepate e di tabacco. In bocca risulta secco e di importante struttura: il tannino lascia spazio ad una sensazione rotonda, calda e di spessore. Un vino fatto molto bene. Mi sono innamorato anche oggi..

De Tarczal ha avviato a fianco della cantina una VINERIA nel quale è possibile pranzare con piatti della tradizione locale (anche qui solo giudizi positivi) ed ai quali abbiamo abbinato il TRENTODOC da uve Chardonnay raccolte a piena maturazione: 48 mesi sui lieviti e dosato in BRUT si presta molto bene a tutto pasto con il suo vivo e fine perlage. Note di mele e di pere, poi fiori di campo e una lieve nota erbacea. Un sorso fresco nel quale troviamo i frutti tipici locali ed un leggera vena verde.

Una bella azienda: se siete in zona fateci un pensierino.

Dopo questa visita, possiamo confermare che le giornate continuano ad essere buone..

La terza visita è in programma tra qualche giorno, stay tuned!

 

Maggiori informazioni sulla cantina le trovate qui de Tarczal | Vallagarina nel cuore

Vi siete persi la prima cantina delle nostre vacanze? Nessun problema, eccola LETRARI – una famiglia di TRENTODOC | per un bicchiere

(Visited 22 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.