Ribolla Gialla – Ermacora

“Quattro ettari nel 1922, questa è la nostra origine. Con costante impegno, vite dopo vite, vendemmia dopo vendemmia, stiamo raggiungendo il secolo di vita.” Con questa frase ci accoglie l’azienda friulana che conosceremo oggi: ERMACORA.
Troviamo questa attivissima realtà ad Ipplis, frazione di Premariacco, in provincia di Udine, nella quale risiedono poco più di 500 abitanti.
Il primo capitolo di questa favola la scrive nonno Antonio, il secondo Marino al quale succederà negli anni l’intera famiglia, fino ad arrivare ai giorni nostri ad una conduzione da parte della quarta generazione: i nipoti Luciano e Dario.
L’azienda conta 47 ettari di vigneti suddivisi in tre zone: “Il Ronco della Bressana e le colline di Ipplis”, che sono stati l’inizio della storia Ermacora (prima 4 ettari, oggi 16) e nei quali troviamo Pinot bianco e Sauvignon, Merlot, Refosco e Pignolo – “Il Bostonat”, con terreni pianeggianti e vigneti di Friulano, Pinot Grigio e Picolit – “Montsclapade”, ultimo arrivato, nelle cui colline terrazzate troviamo vigneti di Pinot grigio, Picolit e Ribolla Gialla.

 

La direzione attuale fonde il rispetto della tradizione con l’uso della tecnologia per ottenere, grappolo dopo grappolo, prodotti decisi, molto ben bilanciati e di constante qualità: vini autentici e rappresentativi del territorio.
E proprio una bottiglia “autoctona” abbiamo stappato quest’oggi: RIBOLLA GIALLA– DOC Friuli Colli Orientali.
Una vendemmia 2012 (l’attuale annata in vendita è la 2015) ad una gradazione di 13,5%vol. che si offre alla nostra vista di un bel paglierino chiaro con riflessi verdolini.
La portiamo al naso e percepiamo intensi e complessi frutti tropicali, ananas, note di panificazione e paglia, erbe selvatiche e minerali.
Al palato la nota erbacea si affievolisce per lasciare spazio alle sensazioni di lieviti e fieno appena tagliato. Percepiamo sottili radici di liquirizia retronasali.
 
Un vino denso, pulito e sapido, di buona persistenza e corpo.
Una bottiglia impegnativa ed importante (almeno in questo momento): una maturazione in bottiglia molto interessante che conferma il buon lavoro che quest’azienda svolge quotidianamente.

 

Noi la vedremmo bene in compagnia di formaggi stagionati e marmellate chiare.
Sicuramente la vendemmia “fresca” si presenta con note più leggere, agrumate ed estive: avremo forse la possibilità di assaggiarla nei prossimi giorni.
Siamo certi che leggeremo ancora molti capitoli di questo bel libro.

 

Tutti i riferimenti dell’azienda li trovate qui: http://www.ermacora.it/

 

(Visited 57 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *