CAMOZ. Imperial Stout di Via Priula

CAMOZ. Imperial Stout. Via Priula Birrificio di San Pellegrino
La vedete in tutto il suo splendore.

Profumi intensi ed infiniti: carrube, datteri, fichi secchi, cuoio e pellame, noci brasiliane.

In bocca é tanta: caffè, cacao amaro, liquirizia nera, nocciole tostate e torroncino in chiusura. Lunga e piacevolmente amara. 8,5% vol. IBU 120.
Lotto 291.

Ok, l’avevo dimenticata in cantina: ma perché consigliarne il consumo entro il dicembre del 2013?

Questo è il commento di Giovanni Fumagalli sulla pagina del birrificio:

“E’ stata la seconda cotta con Riccardo Redaelli (oggi nostro socio), al birrificio BABB di Manerbio… Che ricordi! Era il dicembre 2010 e confezionammo almeno 2400 bottigliette da 33 cl (era la prima volta, prima riempivamo la 50 cl) TUTTE A MANO, con la riempitrice CEM MANUALE a due becchi e la tappatrice GRIFO. Che spettacolo!! Arrivammo all’alba a Manerbio e finimmo in tarda serata. Il mio camper era lì nel piazzale, a dare conforto a chi cedeva per la stanchezza. Chi l’avrebbe detto che poteva resistere così tanto nel tempo. Dare tre anni a una birra così ci sembra addirittura quasi eccessivo: la freschezza della luppolatura massiccia si perde in pochi mesi. Però poi effettivamente cambia e diventa un’altra birra. L’ inevitabile ossidazione può trasformarla in qualcosa di più complesso ma anche imprevedibile. E poi tu, Per un bicchiere, l’hai mantenuta sempre in cantina, al fresco. Quindi il limite lo lasciamo; anche perché ce lo impone il Tafazzi che abbiamo inside. Grazie Per un bicchiere!!”

Un Fil Rouge in questa artigianale..

Il Macis, quel filo rosso che abbraccia la noce moscata: è questo l’ingrediente che Giovanni Marsan ha utilizzato per caratterizzare questa birra dal color marrone medio, un mogano limpido e pulito.

Il naso è caldo, profumi che tendono al dolce: spezie, biscotti di Natale, caramello, tamarindo, lo zucchero bruciacchiato della crème brulée.

In bocca scivola bene e la sua gradazione di 8,5% vol. è ben equilibrata con le note di toffee e di pane nero.

Finale leggermente amaro di grande piacevolezza. 👏🏻👏🏻👏🏻

Una IGA al Traminer

Quando la birra incontra il vino e nasce il buono, nasce una #IGA.

Un caldo color ambra.

Naso con petali di rosa, gustosi pezzi di mango e note di malto, forse pils e munich.

Lievemente acidula. In bocca é tanta: litchie all’ingresso, vinosità poi.

A bocca vuota resta a lungo la nota dell’uva, della buccia.

Finale leggermente amarognolo.

Prodotta utilizzando mosto di uve #Traminer. Local Market. Bravo Giovanni Marsan 👏🏻👏🏻👏🏻 e grazie a Il Lele Banfi 😉

Una Strong Ale che profuma di Sardegna

Oggi #birra 🍺.

Una Strong Ale dedicata ai 4 mori. Le bacche di mirto sono l’ingrediente speciale di questa birra prodotta da Beautiful Rebels – birra ribelle.

Colore dorato caldo con una bella schiuma che dura a lungo.

I profumi sono molto interessanti: con i malti ci sono le foglie d’alloro, la menta piperita, la liquirizia in radice ed ovviamente il mirto, forse bianco.

É fresca. In bocca piace per la sua beva non estremamente impegnativa anche se con 9 gradi sulle spalle.

Nel suo insieme è dolce ma lascia, in fondo ed a lungo, un leggero pizzicore da scorza d’agrume. Bravi questi ragazzi di Arluno. 👏🏻👏🏻 Lotto L2817/SA, best before 02/2020. 🍺🍺🍺

La Grande Botta al Lagavulin

Una Russian Imperial Stout che matura in botti nelle quali è maturato del Lagavulin non potevamo non assaggiarla.. Ed eccoci qui con La Grande Botta del Birrificio Stradaregina. La distilleria l’abbiamo vista e ne portiamo con noi un ricordo meraviglioso: il profumo nei magazzini, le piccole onde che arrivano e vanno via dal piccolo approdo, il pesce affumicato, il salmastro delle ostriche bagnate dal classico 16 anni.. 

Read More “La Grande Botta al Lagavulin”

Woody Blonde di Draco’s Cave: una pin up tutta da scoprire..

WOODY BLONDE. Una donnina in cantina, una bionda pin up che miscela i propri profumi fruttati ai sentori legnosi della sua tinozza. Un’ammiccante donzella che punzecchia con la sua birichina acidità.. Descrive così DRACO’S CAVE la sua birra che affina per 8 mesi in barrique di rovere. Il colore e la schiuma li vedete. Al naso c’è la frutta tropicale, l’ananas maturo, il miele scuro e la cera d’api. In bocca si ripresenta accompagnando il tutto ad un’acidità fine e gustosa, con la persistente presenza di leggere note di dattero. Read More “Woody Blonde di Draco’s Cave: una pin up tutta da scoprire..”

Birrificio IL MAGLIO: tanta esperienza in queste bottiglie

Chiudiamo questo ricco 2017 raccontando di birra.

Un birrificio nuovo, Padovano, nato da un anno e mezzo ma con alle spalle, come molte volte accade, anni di esperienza con birre casalinghe.

3 birre prodotte, tutte ad alta fermentazione, BEST BITTER, SAISON e SUMMER ALE, in uscita una BARLEY WINE ed altre 2 nel cassetto, BLANCHE e STOUT.

Con Anna le abbiamo assaggiate e possiamo dire che la piacevolezza e la qualità sono molto buone: si fanno bere facilmente grazie alla freschezza e alla gradazione medio bassa che le accomuna. Read More “Birrificio IL MAGLIO: tanta esperienza in queste bottiglie”