Jacquesson Cuvée N°740 extra brut

Champagne Jacquesson – Cuvée N°740 extra brut.

Rientrava nel Programme 2017 di Jacquesson: vendemmia 2012 segnata da un inverno lungo e freddo ed una primavera molto umida. Per fortuna l’estate è stata strepitosa portando a maturazione perfetta le uve di Chardonnay (circa 60%), Pinot Noir e Pinot Meunier (circa 20% ognuna). Un paglierino molto chiaro con bollicine persistenti e molto numerose. I profumi iniziano dagli agrumi per arrivare al minerale passando dai canditi del panettone classico e dalla frutta secca. Leggi tutto “Jacquesson Cuvée N°740 extra brut”

Woody Blonde di Draco’s Cave: una pin up tutta da scoprire..

WOODY BLONDE. Una donnina in cantina, una bionda pin up che miscela i propri profumi fruttati ai sentori legnosi della sua tinozza. Un’ammiccante donzella che punzecchia con la sua birichina acidità.. Descrive così DRACO’S CAVE la sua birra che affina per 8 mesi in barrique di rovere. Il colore e la schiuma li vedete. Al naso c’è la frutta tropicale, l’ananas maturo, il miele scuro e la cera d’api. In bocca si ripresenta accompagnando il tutto ad un’acidità fine e gustosa, con la persistente presenza di leggere note di dattero. Leggi tutto “Woody Blonde di Draco’s Cave: una pin up tutta da scoprire..”

Perlé Bianco: lo Chardonnay di Ferrari

Perlé Bianco di Ferrari Trento lo conosciamo tutti e non ha bisogno di presentazioni. Questa vendemmia 2007 con sboccatura 2017 é secondo noi maturo al punto giusto. Di un bel giallo dorato con bollicine molto fini che non si fermano mai. I profumi sono di un metodo classico importante: crosta di pane tostata, la mandorla dei confetti, una punta di noce moscata ed un fine ricordo di cenere (quella dei delicati formaggi francesi). Lo beviamo e ci piace molto: cremoso, pieno, con agrumi che si fanno da parte nel lungo finale roccioso, quasi freddo, che ci porta tra le montagne nelle quali questo Chardonnay nasce e matura per trasformarsi in un vero piacere…

Un matrimonio riuscito – Braida ed il suo Bacialé

l Bacialé, in dialetto piemontese, è lo sponsale, colui che combina i matrimoni. Questo vino infatti nasce da un perfetto matrimonio tra Barbera, Pinot Nero, Cabernet Sauvignon e Merlot vinificati separatamente in acciaio e malolattica in legno. Rosso rubino carico. Intensi profumi di more in confettura e pepe colorato. In bocca é “tanta roba” con aromi di frutti blu/viola maturi, una speziatura quasi pizzicorina ed un finale natalizio di cannella. 👍🏻👍🏻 Vendemmia 2014. 13,5% vol. Un applauso a Braida di Giacomo Bologna. Quante bottiglie abbiamo? Solo una.. 😩😩

Lavignone di Pico Maccario

LAVIGNONE.

Una Barbera d’Asti di Pico Maccario: un rubino molto intenso che profuma di more, ciliegie, chiodi di garofano, alloro ed un tocco di ginepro. Lo bevi e ti innamori di un tannino leggero, della piccola frutta viola che precede un finale di frutta secca e guscio di noce. 👏🏻👏🏻👏🏻👍🏻👍🏻👍🏻

BÀKCHAI: il Pecorino di Dioniso – Vigneti Bonaventura

..Dioniso afferma di essere sceso tra gli uomini per convincere tutta Tebe di essere un dio e non un uomo. A tale scopo, per prima cosa ha indotto un germe di follia in tutte le donne tebane che sono dunque fuggite sul monte Citerone a celebrare riti in onore di Dioniso stesso, diventando quindi Baccanti, ossia donne che celebrano i riti di Bacco..

Forse proprio da qui prende il nome questo Offida Pecorino DOCG di VIGNETI BONAVENTURA.

Una versione davvero speciale quella prodotta da questa giovane azienda marchigiana (FIVI) con alle spalle una lunga tradizione familiare ed amore per il vino.

Una versione BARRIQUE, vendemmia 2015, 13% vol.

Pecorino in purezza da coltivazione biologica che matura lentamente in legno di rovere per oltre 6 mesi. Leggi tutto “BÀKCHAI: il Pecorino di Dioniso – Vigneti Bonaventura”

L’evoluzione del Moscato Giallo di de TARCZAL

Cantina de Tarczal è sempre affidabile. Moscato Giallo 2015. Nei profumi ci sono gli agrumi e le pesche gialle, tutto succoso, il sambuco e le piccole campanelle dei prati. Con il salire della temperatura esce un nota di frutta secca, di noce brasiliana. In bocca si scalda ed all’arancia si unisce forse una punta di cannella, evolve in una soave albicocca disidratata. Leggi tutto “L’evoluzione del Moscato Giallo di de TARCZAL”