Supreme Giant Step – CRAK brewery

Il superlativo di Gigante? “Supreme

Amiamo il luppolo più di ogni altra materia prima, così abbiamo preso la ricetta della Giant Step, in double dry hop, e l’abbiamo amplificata come mai prima d’ora creando una birra superlativa, Suprema.” Malto d’orzo e avena per questa Limited Edition.

Siamo estremamente soddisfatti di essere riusciti a creare una birra come Supreme Giant Step. La luppolatura, estrema, crea un’esplosione chiara e definita: frutto della passione, al naso prepotente e in bocca morbido ed avvolgente.”

Suprema.

Supreme Giant Step – DDH IPA 7,5% – Official Shop Birrificio Crak® (crakbrewery.com)

Drynuary – il detox di CRAK | per un bicchiere

Bonaventura Maschio – Amaro Pratum Bio.

La Distilleria Bonaventura Maschio presenta Amaro Pratum Bio.

Per la prima volta la storica distilleria trevigiana, forte del successo ottenuto con Amaro Bonaventura, nella doppia declinazione Erbe e Fiori ed Erbe e Spezie, si cimenta nella produzione di un liquore ottenuto da botaniche certificate 100% biologiche nell’origine e nella lavorazione.
Selezionare ingredienti certificati biologici al 100%, ci ha permesso di seguire una nostra personale propensione”, commenta Andrea Maschio, responsabile della produzione. “Abbiamo voluto lasciare le botaniche libere di esprimersi in ogni loro sfumatura, senza sovrastrutture. La ricerca della complessità aromatica e l’estremo rispetto per le materie prime, sono gli aspetti che più caratterizzano il nostro modo di lavorare, un fil rouge che lega tutti i nostri prodotti, dal distillato d’uva Prime Uve alla grappa, passando per il gin.”
Amaro Pratum BIO si propone quindi come un omaggio alla natura nella sua veste più autentica. All’interno del suo bouquet aromatico ritroviamo l’inconfondibile nota della camomilla, del timo e delle foglie di menta.
Al palato si presenta intenso e balsamico, contraddistinto da Read More “Bonaventura Maschio – Amaro Pratum Bio.”

Baladin e il suo nuovo GIN

Il Gin Baladin viene realizzato utilizzando come base alcolica, della birra distillata. La ricetta prevede l’utilizzo di un mix di spezie che ne caratterizzano il sapore, conferendo una piacevole nota di fiori che si completa con un leggero sentore affumicato di ginepro.

Il ginepro italiano, di origine toscana, viene lavorato affumicandolo delicatamente con legno di faggio. A completare la ricetta intervengono il fiore di sambuco, la salvia sclarea e poi la regina dei fiori: la rosa damascena le cui note, ottenute per infusione a basso grado alcolico per preservare le parti fragili del fiore, si ritrovano a completamento di un elegante bouquet di sapori.

All’assaggio, in ingresso prevale un elegante sentore floreale, leggermente affumicato che si chiude con una marcata nota amara tipica del ginepro.

LA STORIA

L’incontro di due maestri del gusto ha dato vita al Gin Baladin. Carlo Quaglia, mastro distillatore e Teo Musso, mastro birraio. Amicizia e condivisione di visione ha reso naturale la sfida di partire da un alcol particolare, distillato dalla birra artigianale Baladin, per produrre un gin di carattere, ricco di profumi e perfetto per essere utilizzato con le toniche prodotte a Piozzo. Il confronto e l’amichevole sfida tra i due ha fatto il resto nella scelta delle botaniche da cui è nato un piccolo capolavoro. Prodotto in serie limitata.

Gin Baladin

Birra Baladin 4.8 SAVE THE GLACIER | per un bicchiere

Hampden Coffret 8 Marks

Hampden Coffret 8 Marks

Per la prima volta nella sua storia, Hampden Estate presenta un cofanetto che riunisce gli otto famosi marchi iconici della sua gamma di Pure Single Rum.
L’incredibile diversità dei rum Hampden Estate si è sempre riflessa nell’ampia gamma di espressioni prodotte dalla distilleria.
Ogni distillato ha un profilo aromatico inconfondibile, ottenuto seguendo una formula specifica, che combina una precisa selezione di materie prime e tempi e metodi di fermentazione.
Alla Hampden Estate, ogni marchio ha una corrispondente concentrazione di esteri, espressa in grammi per ettolitro di alcol puro.
Con ogni succo e le sue specifiche caratteristiche di intensità aromatica, sapore, corpo e struttura, la distilleria offre un’ampia gamma di rum potenti e aromatici.

Fondata nel 1753, Hampden Estate è una delle distillerie più antiche della Giamaica. Situata nella provincia di Trelawny, nel gran cru del rum giamaicano, e gestita dal 2009 dalla famiglia Hussey, Hampden Estate è nota per avere i migliori appezzamenti di terra del paese, con una delle maggiori rese per ettaro. Fino al 2018 ha commercializzato i suoi rum vendendoli sfusi ai migliori blenders e commercianti di rum. Read More “Hampden Coffret 8 Marks”

Grange 2018 di Penfolds

Grange 2018 di Penfolds

Nel 2013, Penfolds fu nominata New World Winery of the Year dalla prestigiosa rivista Wine Enthusiast, ed è tuttora un emblema per i grandi vini australiani dell’inizio del XX secolo grazie all’impareggiabile determinazione di Mary Penfold.

La storia di questa tenuta vinicola australiana di fama mondiale ha inizio nel 1844, quando la britannica Mary Penfold e suo marito Christopher Rawson acquistarono un vigneto di 200 ettari ad Adelaide. Mary prese in mano la gestione della tenuta e riuscì a ottenere vini grandiosi. Penfolds è diventato il più grande produttore di vino dell’Australia Meridionale ed è proprietario di un terzo delle enoteche dello Stato.

Dal XIX secolo i vigneti si sono allargati in quattro regioni: Adelaide Hills, Barossa Valley, Coonawarra e Magill Estate. I vini esprimono perfettamente l’eccezionale qualità del terroir di ogni zona. Alcuni dei vini della tenuta, ottenuti da uve raccolte in diversi vigneti, riflettono più lo stile di Penfolds che il terroir stesso.

Penfolds ha consolidato la sua reputazione grazie alla sua famosa cuvée Grange, che ha conquistato gli amanti del vino di tutto il mondo.  L’annata 2008 di questa cuvée è stata l’unica, in Australia, a ricevere una valutazione di 100/100 da Wine Spectator e Wine Advocate di Robert Parker. Dieci anni dopo, anche il Grange 2018 è stato valutato 100/100, questa volta da James Suckling. Read More “Grange 2018 di Penfolds”

I Grandi Terroir del Barolo 2023

I Grandi Terroir del Barolo

L’associazione Go Wine annuncia del date della edizione 2023 dell’evento “I grandi terroir del Barolo”

Sarà la quattordicesima edizione e si svolgerà sabato 25 e domenica 26 marzo a Monforte d’Alba, in uno dei centri più importanti della Langa del Barolo.

Sede dell’evento le eleganti sale del Moda Venue (Via Cavour, 10), nel centro storico del paese.

L’evento è ulteriormente cresciuto nelle ultime edizioni, mantenendo intatto il carattere che ne ha ispirato la nascita: un’occasione straordinaria di approfondimento sul Barolo e sul suo territorio, le distinte menzioni geografiche che compongono l’area di produzione, valorizzando con l’assaggio cantine che producono Barolo attraverso distinte etichette che raccontano siti e parti diverse del territorio, esaltando anima e peculiarità del nebbiolo, interpretando le diversità come una ricchezza che invita a capire meglio la terra e la grandezza della denominazione. Read More “I Grandi Terroir del Barolo 2023”

DANIELA MASTROBERARDINO – DONNE DEL VINO

DANIELA MASTROBERARDINO È LA NUOVA PRESIDENTE DELLE DONNE DEL VINO

PRENDE IL POSTO DI DONATELLA CINELLI COLOMBINI. GUIDERÀ L’ASSOCIAZIONE PER IL TRIENNIO 2023-2025. OGGI LE SOCIE SONO 1018: «FORMAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE».

Daniela Mastroberardino è la nuova presidente dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino. Produttrice campana, amministratore ed export manager dell’azienda Terredora a Montefusco (Avellino), ha ricevuto l’incarico oggi dal nuovo Consiglio direttivo. La presidente uscente Donatella Cinelli Colombini, che ha retto l’Associazione per sette anni portando le socie a oltre quota mille, le ha consegnato il simbolico campanellino.

«È tempo di guardare avanti – ha detto Mastroberardino appena eletta – senza dimenticare questi quasi 35 anni di eredità che ci vengono consegnati e che sono frutto del lavoro di tutte noi donne del vino, ma, in particolare, delle presidenti che mi hanno preceduto e che tanto hanno profuso, ognuna di loro con il proprio tratto distintivo. Un ringraziamento per tutte alle tre Presidenti che conosco meglio: Pia Donata Berlucchi, la prima presidente al cui fianco ho lavorato, alla mia conterranea Elena Martusciello, con cui ho condiviso tanti degli inizi della mia vita associativa, e a Donatella Cinelli Colombini, da cui ricevo il testimone dopo 7 anni straordinari». Read More “DANIELA MASTROBERARDINO – DONNE DEL VINO”