DOM RUINART BLANC DE BLANCS 2010

DOM RUINART BLANC DE BLANCS 2010

LA QUINTESSENZA DEI BLANC DE BLANCS

Questa annata eccezionale celebra il savoir-faire di coloro che hanno lavorato ad ogni singola bottiglia. La Cuvée è caratterizzata innanzitutto da un processo di invecchiamento che le conferisce maggiore complessità e profondità.

Il lancio di una nuova Cuvée Dom Ruinart rappresenta sempre un momento eccezionale. È l’espressione più completa di uno straordinario Blanc de Blancs. Dal lancio della prima Cuvée Dom Ruinart, nel 1966, solo 27 Millesimati sono stati presentati al pubblico.

L’annata 2010 si contraddistingue per un inverno molto rigido, un’estate precoce e un agosto piovoso. Nel corso della prima degustazione successiva al raccolto, il team di enologi della Maison si è reso conto che l’annata Chardonnay del 2010 era caratterizzata da una ricchezza intensa, premessa di un ottimo Millesimato.

Per Dom Ruinart, la Maison seleziona solo Chardonnay provenienti da terreni eccezionali, soprattutto Grand Cru.
Il 90% di Chardonnay proviene dalla Côte des Blancs (Le Mesnil-sur-Oger, Avize, Chouilly & Cramant), fulcro di questa varietà, con esposizione ad est e l’altro 10% proviene dalla Montagne de Reims, soprattutto dai siti Grand Cru di Sillery, vigneto storico della Maison.

Dom Ruinart 2010 segna un punto di svolta.
Nella sua ricerca dell’eccellenza, la Maison ha deciso di protrarre la fase di invecchiamento del vino per liberarne più livelli. Per questa Cuvée, il team di enologi ha pensato di reintegrare il tappo in sughero nel processo di invecchiamento: un’intuizione poi approvata nel corso delle degustazioni, anno dopo anno.
Durante una maturazione di 10 anni, il sughero conferisce note legnose alla Cuvée. Al naso e al palato si rivelano inoltre aromi di mandorla tostata e caffè.

Questo Millesimato presenta la freschezza aromatica tipica dei Ruinart. Con lo scorrere del tempo, si esprime con ancora maggiore profondità e complessità aromatica. Più di ogni altra Cuvée, celebra il savoir-faire di coloro che hanno lavorato ad ogni singola bottiglia, ragione per la quale è stata effettuata una sboccatura manuale.

CHALK WRAP

Nel 2020, Ruinart ha rivoluzionato il suo packaging con la nuova confezione second skin, che ha sostituito le confezioni singole. Questa innovazione sostenibile ha richiesto due anni di ricerca e sviluppo.

L’involucro chalk wrap di Dom Ruinart offre una nuova interpretazione di questa innovazione. Morbido e vellutato come il gesso al tatto, è caratterizzato da crepe e rilievi, come se fosse stato scolpito nella roccia calcarea.

La scritta oro applicata a mano esalta il suo carattere straordinario. Il 1729 inciso con discrezione sul bottone della chiusura racchiude la tradizione di Ruinart, prima Maison produttrice di Champagne al mondo.

Tutte le info sono state tratte dal sito del produttore Dom Ruinart Blanc de Blancs 2010 – Ruinart

 

(Visited 13 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.