Sauvignon Blanc – GOLAN HEIGHTS WINERY

Oggi voliamo in Israele, sulle alture del Golan, nella cittadina di Katzrin ed andiamo a conoscere la GOLAN HEIGHTS WINERY, azienda fondata nel 1983 che distribuisce i propri vini con 4 differenti marchi: Gilgal, Mount Hermon, Golan e Yarden. Considerata una delle più importanti aziende vinicole israeliane per i suoi prodotti di grande qualità, ha svolto un ruolo importante nella diffusione della cultura del vino ed è alla continua ricerca di innovazioni tecnologiche e sviluppo di nuove varietà.

Tutti i vini sono rigorosamente kosher: dalla fondazione dell’azienda è sempre presente un rabbino che lo certifica facendone seguire scrupolosamente i rigidi dettami (se volete saperne di più: http://www.italykosherunion.it/it/).

Una superficie di 600 ettari coltivati accoglie i 28 vigneti divisi in 430 blocchi: blocchi che vengono curati individualmente, con caratteristiche diverse e che permetteranno di produrre vini con profili e tratti unici. La quasi totalità dei vigneti si trova sulle alture del Golan tra i 400 metri e i 1200 metri di altitudine su un terreno basaltico formato da eruzioni vulcaniche dove l’influenza del clima determina l’elevata qualità delle uve.

Del marchio YARDEN abbiamo assaggiato un SAUVIGNON BLANC in purezza della vendemmia 2013, a denominazione GALILEA, considerata la migliore in Israele.

Nel bicchiere un bel paglierino verdognolo, dove iniziali timide note erbacce e fiori di cappero sotto sale, una lieve nota legnosa, tostata, data dal breve periodo di evoluzione in botte di rovere francese lasciano spazio, al salir della temperatura, a profumi di frutti gialli maturi come la prugna e la pesca sotto spirito. Un naso complesso ma non invadente, gentile e non arrogante che invita all’assaggio.

Le sensazioni fresche al palato ci riportano al territorio: un baluardo di acidità, con una buona mineralità che accompagna note di resina e corteccia. Un corpo di tutto rispetto, una persistenza medio lunga, una gradazione di 13,5 % vol. che non tarda a farsi sentire.

Il secondo bicchiere è d’obbligo.

Il produttore ne consiglia il consumo entro 2 anni dalla vendemmia: se lo avessimo fatto avremmo forse trovato profumi e sapori differenti (ma noi l’abbiamo bevuta dopo 4 anni ed è andata decisamente bene).

Distribuito in Italia da Gaja Distribuzione: http://www.gajadistribuzione.it/

Tutte le informazioni sulla cantina le trovate qui: www.golanwines.co.il

(Visited 74 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *