PEAT’S BEAST, una BESTIA bella e BUONA

Milano whisky festival 2017.

Tante bottiglie, tante tonalità, tanti colori, tante etichette.

Ve ne segnaliamo una mooolto interessante.

Un’etichetta poco rassicurante, quasi mostruosa, una gradazione importante di 54,1% vol. ed un bel colore di grano maturo dorato con riflessi d’ambra riescono ad attirare la nostra attenzione (e vi assicuro, non solo la nostra).

Non ci sono molte indicazioni sul contenuto: non si fa riferimento ad alcuna distilleria tantomeno all’invecchiamento, sappiamo solo essere whisky torbato, probabilmente (ma non ne siamo sicuri) distillato sull’isola di Islay (regno della torba), CASK STRENGTH ed affinato in botti che hanno contenuto SHERRY PEDRO XIMENEZ.

I presupposti per trovare nel bicchiere qualcosa di buono ci sono tutti.

PEAT’S BEAST profuma di mare, di iodio, di fumo di torba, profuma di frutta secca ed uvetta: profuma di buono. Nessuna punta squilibrata, nessuna predominanza, tutto ben amalgamato.

Al primo assaggio la bocca si allarma un pochino per la gradazione non semplice: bastano però pochi attimi per far tornare l’equilibrio ed affrontare il secondo assaggio, quello della verità. Una grazia potente, affumicata e marina, corposo, lungo e leggermente piccante: note di banana, cioccolato, un leggero caffè tostato.

Abbiamo fatto anche il terzo assaggio…

Come riportato in etichetta, questo PEAT’S BEAST non è per i deboli di cuore.

Noi lo consigliamo e se ne avete la possibilità, assaggiatelo: un whisky così o lo si ama o lo si odia.

Noi probabilmente ce ne regaleremo una bottiglia per Natale.

Tutte le informazioni le trovate qui: http://www.compagniadeicaraibi.com/

(Visited 48 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *