Marika Socci ed il suo Verdicchio

Questa sera siamo in compagnia di MARIKA, vino ottenuto con la crioestrazione selettiva, tecnica che consiste nel congelamento del grappolo permettendo l’estrazione di un mosto maggiormente ricco di zuccheri. Un Verdicchio dei castelli di Jesi DOP classico superiore dell’ Azienda Vitivinicola Socci. Alla vista è un bel paglierino intenso. Al naso profuma di frutta, di melone bianco, di litchi, una punta di minerale. Al palato è pieno, quasi da masticare, morbido, intenso, dove la frutta ritorna fresca.

Un’acidità ben bilanciata accompagna nel finale una nota amara solo accennata. Una bottiglia che può sicuramente evolvere molto bene nei prossimi anni. Molto bella anche l’etichetta, realizzata dal pittore siciliano Tony Fanciullo, che rappresenta la campagna marchigiana con le colline ricche di colori delle colture che si alternano nel corso dell’anno: un susseguirsi di colline fino poi a raggiungere con lo sguardo il mare. Solo 3300 bottiglie prodotte chiuse con un elegante tappo in vetro nero. 

(Visited 79 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *