Primiter, quando nelle botti piccole c’è il vino buono

 

PRIMITER. Primitivo della vendemmia 2011. Il 40% affina per 12 mesi in piccole botti di rovere pregiato e il 60% in acciaio. Esempio del buon Salento.

Un bel granato spesso. Solo di fronte alla luce mostra la sua veste tawny.

Intenso il respiro. More e ciliegie viola, melograno, tamarindo. Una speziatura delicata di chiodo di garofano. Uva passa ed una velo di cannella.

In bocca si fa materia: la componente tannica fa ancora da legante tra i frutti e le variation del legno. Pieno e con un’elegante abbraccio caldo e morbido. L’inverno è alle porte.

Il tempo ha sicuramente arrotondato e donato saggezza. 14,5% vol.

Una cantina che non sbaglia un colpo ed è sinonimo di qualità.

Michele Calò & Figli

👏🏻👏🏻👏🏻

(Visited 10 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *