Champagne Day – 27 ottobre 2023

Champagne Day: 5 etichette da non perdere per celebrare la giornata dedicata al vino più amato al mondo

Ogni quarto venerdì di ottobre, puntualmente ogni anno, si celebra la Giornata Mondiale dello Champagne, il vino più ricercato e amato in tutto il mondo.

Sempre più popolare e non solo per festeggiare le grandi occasioni, lo Champagne, anche in Italia, sta prendendo piede come vino da consumare nella quotidianità, apprezzato per la sua raffinata eleganza e la versatilità che ne facilita gli abbinamenti a tutto pasto.

Se da un lato i grandi brand continuano a dominare il mercato, le piccole Maison si stanno facendo strada fra i veri appassionati alla ricerca di nuove selezioni che si contraddistinguono anche per l’eccellente rapporto qualità-prezzo. Fra questi Alberto Massucco, importatore e vigneron, che ci propone 5 etichette da non perdere.

Millésime 2018 Alberto di Alberto Massucco Champagne è il primo Blanc de Blanc della maison. È un nettare sublime di uve provenienti da due villaggi Grand Cru della Côte des Blancs, Avize (90%) e Oger (10%), vendemmia 2018, fermentate in fût e lasciate riposare sui lieviti 3 anni. Champagne raffinato, ancorché capace di una concretezza che va ben oltre l’annata. Ha un naso “profumato” di fiori. Bocca fresca e rinfrescante sulla mineralità, esaltata da una pulizia cristallina.

Prezzo al pubblico: da 60€

 

Ma Vie En Rose è l’ultima creazione di Alberto Massucco Champagne, il tanto atteso nonché “primo” Rosé della Maison: uno champagne dai riflessi sfumati d’arancio, dove il colore lascia il passo alle note olfattive della frutta esotica, delle fragoline di bosco e dei lamponi. In chiusura, un elegante pompelmo rosa conferisce quel tocco di raffinata freschezza. Un profilo aromatico intenso, di grande sensualità. La sua bollicina finissima conferisce a questa cuvée una radiosa luminosità. Annata 2018, Ma Vie en Rose è un raffinato Rosé d’assemblage, realizzato con il Pinot Noir di Bouzy e l’aggiunta di un 10% di ‘vin rouge’ di Ambonnay. Pensato per sedurre, è un vino che affascina e conquista anche chi abitualmente non sceglie i rosé.

  • Prezzo al pubblico: da 56€

 

Crème di Jean Philippe Trousset è un assemblato di uve: 50% Pinot Noir 30% Meunier 20% Chardonnay. Basato sui vini dell’ultima vendemmia più il 45% di vins de réserve delle due annate precedenti; il 10% dei vini è vinificato in tonneaux. Lo champagne ha maturato circa due anni sui lieviti prima di essere dosato a 3,5 g/1. Fresco e pulito, è uno champagne giustamente fruttato e impreziosito da un’invitante vivacità. Equilibrato, lineare e completo, con un finale di bocca piacevolmente salino.

Prezzo al pubblico: da 29€

 

Millesime 2012 di Bonnevie Bocart rappresenta la perfetta unione tra lo Chardonnay (65%) e il Pinot Noire (35%), resa ancora più sorprendente dall’eccellente annata 2012. Le due varietà più preziose sono state vinificate in fût de chêne (12%) e, dopo 10 anni sui lieviti lo champagne è stato dosato a 1g/l. L’olfatto è legato a un frutto tropicale piuttosto maturo (ananas), con lo Chardonnay dietro le quinte a snellire l’insieme. L’assaggio è più agrumato, con una spinta acida tanto decisa quanto benvenuta che è un po’ una sorpresa per l’annata. Chiusura rinfrescante e delicatamente sapida. Champagne molto piacevole che si trova a proprio agio in diversi contesti.

Prezzo al pubblico: da 42€

 

Blanc de noirs di Rochet Bocart: il Pinot Noir del Grand Cru di Verzy (parte nord della Montagne de Reims), insieme a quello di Vaudemange, coltivati e poi vinificati dall’abile mano di Mathilde, protagonista tanto in vigna quanto in cantina. La fermentazione è avvenuta in piccole cuvée di acciaio. Lo champagne è un millesimato 2019 non dichiarato, rimasto poco meno di tre anni sui lieviti prima di essere dosato a 1 g/l. Vino elegante, sottile ma profondo, fresco ma complesso, con una trama fruttata perfettamente fusa a note agrumate rosse e una netta mineralità. La bocca è energica, gustosa, equilibrata e arricchita da una coinvolgente succulenza che l’accompagna fino alla chiusura salina.

Prezzo al pubblico: da 42€

 

Dopo questa carrellata, non ci resta altro da fare che fare nostra la filosofia di Alberto Massucco: “due cose non bastano mai: un buon calice di champagne e un buon calice di champagne”.

À la santé!

Alberto Massucco Champagne

Natale è alle porte: apriamole a Massucco | per un bicchiere

(Visited 115 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *