Extra Brut Pas Operé di Bellavista 

Franciacorta Extra Brut Pas Operé di Bellavista prodotto con uve Chardonnay e Pinot Nero (2/3 e 1/3).

Prima un passaggio in barrique di rovere e poi 6 anni sui lieviti.

Luminoso e dorato.

Avvolgente al naso: intense note di miele millefiori, mela gialla, vaniglia e biscotto.

In bocca è proprio buono: una bollicina fine e non invadente, fresca e sapida.

Un finale molto lungo.

Un extra brut delicato apprezzato anche da palati più votati al dolce.

Vendemmia 2011. Sboccatura 2018.

 🍾🍾🍾

Il Demi Sec de La Montina

Tenute La Montina.
Rosé Demi Sec. 60% Pinot Nero e 40% Chardonnay. 26 mesi sui lieviti.
Un bellissimo color tramonto.
Il profumo è ricco di frutta: dalle piccole sfere colorate del bosco ai chicchi del melograno passando da un succoso pompelmo rosa.
Al palato lo Chardonnay ci mette lo zampino: fresco e delicato con la componente acida molto morbida che chiude un sorso sensuale e zuccherino.
Un Franciacorta diverso da quelli che solitamente si stappano: è stata una bella esperienza.
Voi lo conoscete?
Si accettano commenti sul vino 🍾🍾, sul bicchiere NO! 🤦🏻‍♂️

Il Rosé visto da Camilucci

Questo rosé nasce dalla selezione di sole uve Pinot Nero.

Breve macerazione sulle bucce.

Almeno 36 mesi sui lieviti ed altri 6 in bottiglia per completare l’opera.

Corallo rosa, trasparente.

Al naso vincono le note rosse: ciliegie e fragoline, un fresco e delicato sottobosco. Classici ricordi di champenoise in chiusura.

In bocca un elogio alla sapienza: a 2 anni dalla sboccatura questo vino si presenta ricco, equilibrato, potente.

Godiamone. 😍😍🍾🍾 

Tiraggio maggio 2014 – sboccatura luglio 2018. Pellegrini Spa Camilucci

Blanc de Blanc di Cà Rovere

Brut Blanc de Blanc – 100% Chardonnay

Millesimato 2014 con 60 mesi di affinamento sui lieviti 😍 Cà Rovere
Il colore fa già sognare, si vede il successo in questo giallo paglierino e lucente.

Bollicine non intense ma continue.

Al naso esce la nota minerale, quasi marina, alla quale seguono agrumi inusuali come cedro e bergamotto, panificazione e miele leggero prima di un finale fiorito.

Un sorso importante che riempie la bocca: molto elegante, una silhouette perfetta. La parte sapida si accompagna agli agrumi in un lungo finale.

Il nostro amore per lo Chardonnay non viene scalfito neanche questa volta: una continua certezza che nelle mani di vignaioli capaci regala emozioni. ❤️🍾

Bardolino Chiaretto DOC Spumante di Benazzoli

Bardolino Chiaretto DOC Spumante Brut di Azienda Agricola BENAZZOLI
Corvina 80%, Rondinella 20%
Breve macerazione sulle bucce, lenta fermentazione e presa di spuma in autoclave con metodo Charmat.

#FemmeFatale si presenta in un rosa molto chiaro, quasi cipria, ricco di finissime bollicine.

Al naso i delicati profumi dei petali delle rose, delle piccole fragoline di bosco ed una sensazione finale di scorza di agrume arancio.

In bocca un’esplosione di bolle. Si presentano nuovamente i frutti rossi e la nota agrumata che resta a lungo. Buona la componente acida/minerale che lo rende un sorso estremamente piacevole e adatto a tutta la giornata. 11,5 % vol.

Nerello Mascalese in versione Metodo Classico – Cantina Murgo

Murgo Brut Rosè di Vini Murgo, Metodo classico che nasce sulle pendici orientali dell’Etna.

Nerello Mascalese in purezza cresciuto su terreni sabbiosi di origine vulcanica. Raccolta manuale in cassette effettuata prima della completa maturazione. In bottiglia sui lieviti per un paio d’anni.

Rosa antico sensuale con una bollicina continua e molto fine.

Il naso è ricco e allo stesso tempo delicato: violetta, caramelle fragoline e panna, violetta, yogurt ai lamponi e ciliegie al primo respiro, lievito, nocciole e panificazione in seguito.

La bocca si gongola tra la frutta rossa, arricchita dal morso ad un melograno, e la nota minerale. Importante ma non impegnativo: una facilità di beva lo rende un perfetto compagno in qualunque momento della giornata.

Vendemmia 2017, sboccatura ottobre 2019.

Abbiamo scoperto questa bollicina grazie a La Bulle Legnano, nuovo locale molto interessante nel quale vi consigliamo di fare un salto: tantissime etichette vi aspettano. 😉👍

Cavalleri Satèn

Satèn 2014. Cavalleri. Franciacorta. Vendemmia 2014. 100% Chardonnay. In bottiglia da tanto tempo (dégorgement inverno 2017/2018), tempo che non lo ha piegato ma che ha regalato saggezza e sicurezza in sé stesso.

Il colore maturo ricorda un gioiello dorato.

Al naso la cera d’api, i fiori essiccati, il pane caldo, quasi abbrustolito.

In bocca la bollicina c’è anche se non esplode come nell’adolescenza: tornano le note floreali e quelle della cera, il pane con un velo di burro, acidità ben presente con una chiusura amara.

Una buona bottiglia che mi riprometto di assaggiare nella sua piena freschezza.

Il mio amato Chardonnay non mi tradisce mai ❤️🍾 Vignaioli Indipendenti Fivi