VENTI – l’amaro di casa RIVO

L’amaro in Italia è più che un liquore: è cultura, passione, tradizione, rituale.
VENTI racchiude tutto ciò essendo il primo amaro con solo botaniche raccolte in Italia.
Venti botaniche, ciascuna ispirata da una delle 20 regioni italiane, sono sapientemente unite per raccontare una storia tutta italiana. Un viaggio aromatico che unisce il paese da nord a sud.

VENTI nasce dall’unione di 20 botaniche lavorate secondo i più antichi metodi liquoristici italiani. Da questa combinazione nasce una moderna interpretazione del classico amaro italiano. Grande attenzione viene data alla fase di miscelazione delle erbe ed estrazione degli aromi. E’ qui infatti che la magia si compie e ciascuna botanica viene esaltata nella sua tipicità.

Il palato richiama immediatamente sentori di arancia e rabarbaro, seguiti da note mediterranee e fresche. Percezioni terrose e calde si uniscono armoniosamente creando un corpo bilanciato, prima che la genziana e altre botaniche alpine diano spazio ad un lungo e gentile finale amaricante.

VENTI può essere gustato liscio, con ghiaccio oppure miscelato: un esempio?

BLACK MANHATTAN
30 ml VENTI
60 ml bourbon
2 dashes of angostura
2 dashes of orange bitter
Ma le novità non finiscono qui: VENTI, infatti, è anche analcolico.

Read More “VENTI – l’amaro di casa RIVO”

Identità Golose Milano

 

Identità Golose non è solo incontri, convention con chef stellati e dibattiti su argomenti importanti, è anche una vetrina per presentare nuovi prodotti, nuove linee di accessori legati alla ristorazione, eccellenze gastronomiche e conferme di grandi e famose realtà del nostro meraviglioso paese. Anche se l’edizione di quest’anno è stata sicuramente condizionata dalla situazione attuale e dalla non semplice gestione di spazi, distanze, accessi e restrizioni, ha saputo portare novità e conferme al visitatore.

Noi, da visitatori, vi raccontiamo i nostri assaggi e le nostre impressioni.

La sezione vino pensiamo sia stata purtroppo la più penalizzata (in termini di presenze) ma siamo riusciti a trovare comunque alcune chicche: il consorzio del Timorasso ha proposto una bella selezione di etichette giovani ed evolute tra le quali abbiamo molto molto (è volutamente ripetuto) apprezzato 2 produttori su tutti, Claudio Mariotto ed Ezio Poggio (produttori che non hanno certo bisogno di presentazioni). L’assaggio della vendemmia 2019 sottolinea con estrema chiarezza come il terreno marchi e caratterizzi l’uva, come una pianta riesca ad assorbire unicità del territorio che trasformerà un vino in un’opera unica. Il Derthona di Mariotto si presenta ricco e profondo, con note di frutti gialli, anche maturi e tropicali, e qualche cenno pietroso. Un sorso generoso e complesso ma con una morbidezza che chiude su note mandorlate. Archetipo di Ezio Poggio si presenta invece fresco e minerale, un naso nel quale si mostrano con prepotenza gli agrumi e le note verdi. Un sorso minerale, sapido e con una vena acida ben amalgamata in un sorso sempre invitante. Ezio Poggio | Produttore di Timorasso in Val Borbera – Home

Tra le etichette evolute merita sicuramente un forte applauso il Derthona 2007 – di Claudio Mariotto – che dimostra il grande potenziale di questo vitigno: un’evoluzione che amplia le sensazioni fruttate della vendemmia recente portandole a livelli di sovra maturazione delle uve, note passite eleganti legate ad una struttura densa nella quale non manca un sostegno acido. Un assaggio inaspettato e per il quale ringraziamo Simone Chiesa, cellar manager dell’azienda. Claudio Mariotto Viticoltore in Vhò

Read More “Identità Golose Milano”