PORTO VAN ZELLER

Oggi ci spostiamo in Portogallo e grazie agli amici di CERETTO ed al loro TERROIRS ci accomodiamo sulle rive del Douro e ci facciamo travolgere dal vino Porto prodotto da VAN ZELLER e QUINTA VALE DONA MARIA: un vino liquoroso prodotto con uve coltivate lungo il corso del fiume Douro, nella regione omonima, sita a circa 100 chilometri a est della città di Porto, in Portogallo. La peculiarità maggiore del Porto, oltre al clima e alle condizioni dei terreni, è lo stile di vinificazione: la fermentazione è interrotta alla fase iniziale attraverso l’aggiunta di alcol al 77% (un brandy). In questo modo il vino risulta essere naturalmente dolce, grazie all’elevato tenore di zuccheri residui. Le categorie base del Porto sono: Bianco, Ruby, Tawny e Rosé.

Esistono, poi, delle menzioni speciali in base all’iter produttivo o all’affinamento: Reserva, LBV (Late Bottled Vintage: un porto Ruby da singola annata, imbottigliato tardivamente), Aged Tawny (Porto “fulvo” commercializzato dopo un tot di anni di affinamento), il Colheita (da singola annata e affinamento prolungato in botte piccola, almeno 7 anni, prima dell’imbottigliamento) ed il Vintage (in assoluto il più pregiato), generato da un solo millesimo e lasciato evolvere in bottiglia.

Il vino di Porto è tradizionalmente un assemblaggio: numerose sono le uve che compongono il blend (fra le altre: Touriga Nacional, Tinta Roriz), spesso provenienti da diversi vigneti ma negli ultimi anni si sta facendo strada il trend di produrre da un’unica tenuta (Single Quinta), caratterizzando in questo modo, il prodotto con delle interessanti sfumature territoriali.

La famiglia Van Zeller inizia ufficialmente il suo percorso nel mondo dei commercianti di vino Porto nel 1780; rapidamente diventa una delle più importanti attività della regione per poi cedere ad altri commercianti alla metà del XIX secolo. L’azienda è stata riacquistata dalla famiglia Van Zeller nel 1930, quando è stato incorporata da Quinta do Noval, allora di proprietà del Bisnonno dell’attuale gerente della tenuta.

Nell’autunno del 1981 un grande incendio distrusse, a Vila Nova de Gaia, il magazzino della Noval, comprensivo di documentazioni storiche, attrezzature e un numero impressionante di vini in stock. Luiz Vasconselos Porto, che ancora gestiva la tenuta, abbandonò l’impresa lasciandola in mano ai giovanissimi pronipoti Cristiano e Teresa Van Zeller, che si occuparono inizialmente del rilancio dell’attività familiare.

Nel maggio del 1993 i Van Zeller cedettero tutto (145 ettari, le giacenze e il metodo di produzione) ad AXA, un gruppo assicurativo fra i più importanti del mondo. Nel 2006, Christiano ha riacquisito la società che porta il suo nome e i suoi marchi, iniziando nuovamente a produrre vini classici, concedendo un nuovo inizio ad un’azienda che vanta una storia lunghissima.

Alla fine di questa storia affascinante passiamo a raccontare delle 5 etichette che abbiamo assaggiato, tutte ottenute dalla vinificazione di Touriga Nacional ed altre varietà autoctone:

VAN ZELLERS Porto Ruby, produzione di 80.000 bottiglie, dopo 12 mesi in legno risulta essere molto giovane, violaceo e vinoso, con fresche note di ciliegia .

VAN ZELLERS Porto Tawny, 46.000 bottiglie, dopo aver riposato per 1 anno in legno, al suo colore violaceo si percepiscono gradevoli note di caramello .

QUINTA VALE DONA MARIA Porto Riserva, 20.000 bottiglie, come i precedenti riposa 12 mesi in legno e si propone in un bel colore violaceo accompagnato da profumi intensi di fragoline: ancora giovane e qualche punta “aspra” lo un prodotto molto interessante.

QUINTA VALE DONA MARIA Porto LBV 2014, la produzione scende a 14.000 bottiglie che sostano per 18 mesi in legno: la nota ancora violacea dimostra la sua giovinezza che esplode in intensi profumi di more e lamponi. Un Porto molto complesso che saprà far parlare di se nel prossimo futuro.

QUINTA VALE DONA MARIA Vintage Port 2009, solo 8.000 bottiglie: la lunga maturazione di 24 mesi in legno rende il colore rosso/viola di questo Porto impenetrabile. Caldo e complesso con abbondanti profumi di frutti rossi maturi, come le ciliegie e le more.

Ci sentiamo di affermare che la qualità di questa azienda è molto alta in tutti i prodotti che abbiamo assaggiato e ringraziamo chi ci ha dato la possibilità di conoscere questa realtà davvero interessante.

 

Tutte le informazioni sulle aziende le trovate qui:

http://www.ceretto.com/it

http://www.ceretto.com/it/experience/terroirs

http://www.quintavaledonamaria.com/vzstart.htm

http://www.quintavaledonamaria.com/start.htm

(Visited 87 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *