Cà Rovere e la sua scommessa vinta

Varchiamo la soglia della settima edizione di Bottiglie Aperte ed incontriamo subito delle bollicine dei Colli Berici molto interessanti.

Vignaiolo indipendente, piantò la sua prima vite 40 anni fa scommettendo sulla produzione di una tipologia di vino ancora assente sul territorio come lo Spumante Metodo Classico: oggi ne produce 5 varianti, tutte con un periodo minimo di affinamento sui lieviti di 36 mesi. L’ultimo, un Brut Nature, presentato a Vinitaly 2018. Vi raccontiamo di CÀ ROVERE.

Partiamo subito a raccontare il nostro preferito, BRUT BLANC DE BLANC: 100% Chardonnay, un bel paglierino brillante con profumi pieni e ben bilanciati, con note di cedro e fiori bianchi da frutto. Al palato arriva il lievito con un leggero miele di acacia ed un finale quasi marino. Per noi è buonissimo…

L’ultimo nato, il BRUT NATURE, ha uvaggio composto da Chardonnay (70%) e Garganega (30%): il colore cambia ed il paglierino si dora, i fiori diventano gialli ed i frutti a polpa. La mineralità si scopre al naso. In bocca è quasi tagliente: freschezza estrema, sapidità iniziale ed una nota finale di frutta secca. Vincente.

Il BRUT, stesso uvaggio del NATURE, conferma il naso ed aggiunge una nota tropicale. Al palato diventa più “morbido” e si presta ad una più facile beva: la freschezza dell’agrume ben si equilibra con il finale amaro ammandorlato.

Quarto ed ultimo, il BRUT ROSÉ, nasce delle stesse uve dei precedenti: vi state chiedendo come diventa rosè? Il liqueur d’expedition è con base Pinot Nero. Un bel rosa antico caratterizzato dall’uva nera: al naso, fragole e ciliegie anticipano la frutta secca. In bocca i frutti di bosco si fanno scuri, come lamponi, e la piacevolezza infinita. Da bere sempre.

All’assaggio mancava solo il DEMI SEC (cercheremo di recuperare quanto prima).

Come inizio di giornata non è stato affatto male..

Ringraziamo tanto Marcella Biasin per averci accompagnato negli assaggi.

Tutte le informazioni sull’azienda le trovate qui: https://www.carovere.it/

Vi consigliamo la lettura di questa bella spiegazione su come nasce un metodo classico: https://www.carovere.it/metodo-classico/

Continuate a seguirci, tante altre bottiglie ci aspettano!

(Visited 58 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *